Come Scegliere le Lenzuola per il Letto

Partendo dal presupposto che ognuno di noi dorme in media circa sette/otto ore, ovvero un terzo della nostra giornata quotidiana, allora ci viene naturale pensare che bisogna dare la massima importanza alla scelta delle lenzuola su cui ci avvolgiamo per dormire. Ecco qualche piccolo consiglio per evitare di sbagliare.

Sicuramente le lenzuola di tessuti naturali sono le migliori, o comunque le più consigliate: ogni fibra ha però delle caratteristiche intrinseche che possono cozzare col nostro organismo, creando problemi nel fase pre e post sonno. Ad esempio se cerchi la fibra naturale più morbida, fresca d’estate e calda d’inverno, capace di far traspirare la pelle e di offrire anche un ottimo isolamento termico, allora ti consiglio la seta: Anche la canapa, meno sofisticata della precedente, garantisce all’organismo un micro-clima ideale, garantendo anche un’ottima resistenza.

Uno dei tessuti più commercializzati, in questo settore, è il cotone: assorbe bene il sudore, non ti irrita la pelle ed è, a differenza degli altri tipi di fibre, molto resistente alle alte temperature e perciò puoi lavarlo ad altissime temperature, senza pericolo di danneggiare il tessuto, eliminando in tal modo quei microrganismi responsabili delle infezioni della pelle. Se non vuoi alimentare il commercio del cotone, la cui coltivazione è basata soprattutto sull’uso di sostanze nocive, antiparassitarie e fertilizzanti chimici, allora orientati sul cotone biologico, basato esclusivamente sull’uso di sostanze naturali.

Se sei particolarmente sensibile al caldo e sudi anche parecchio, allora scegli il lino, fibra ottenuta dall’omonima pianta del lino, molto più fresca del cotone, in quanto ha maggiore una capacità di disperdere il calore dell’organismo.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto