Come Scegliere l’Albero su cui Costruire la Casa

Costruire una casetta sull’albero è un lavoro davvero divertente, e permette ai nostri figli di passare molto più tempo a contatto con la natura. Se abbiamo già in mente che tipo di cassetta costruire, non ci resta che scegliere l’albero adeguato: anche se la costruzione è in realtà un gioco, è sempre meglio non scherzare sulla sicurezza.

Il primo punto da stabilire è l’altezza: scegliamo un albero che abbia il ramo che farà da base per la pavimentazione della cassetta che sia alto al massimo 3 metri, quindi muniamoci di metro e misuriamo. Cerchiamo di non superare quest’altezza, ne andrà di mezzo la sicurezza dei nostri bambini dato che in caso di vento forte la costruzione oscillerà e correrà quindi rischio di schiantarsi a terra, anche se la maggioranza della potenza del vento verrà smorzata dalle foglie e dal tronco.

I pilastri della casa saranno ovviamente i rami abbastanza robusti, e i punti critici in cui verranno fissate le corde che dovranno mantenere la casa (o altri tipi di tiranti) saranno almeno quattro. Gli alberi che sceglieremo saranno abbastanza robusti come: querce, faggi, aceri; in caso la piccola costruzione presenti più di un piano, analizziamo bene l’albero su cui dovrà poggiare e stabiliamo altri punti di attacco delle corde in modo da distribuire meglio il peso.

Come tutte le case di legno, dovremo tener conto della potenziale l’oscillazione che l’albero potrà avere nel corso dell’anno. Ovviamente non dovremo limitare questo movimento poiché se non vi è l’oscillazione la casetta si spaccherà, quindi se la base poggia su due rami abbastanza lunghi il vento forte farà ballare. Per avere un’idea almeno generale possiamo muovere i rami noi stessi, simuliamo una raffica tirando con movimenti esplosivi e vediamo cosa succede ai tiranti.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto