Come Scegliere i Tacchi

Sarai sicuramente d’accordo con me, che i tacchi soprattutto quelli alti, sono belli, alla moda, molto femminili e slanciano la silhouette. A tal proposito ti consiglio vivamente di leggere la mia guida nella quale ti darò dei validi consigli per poter orientarti senza problemi nella scelta dei tacchi.

Per iniziare, devi assolutamente sapere che il tacco alto oltre i 5-6 centimetri, se portato con continuità, tende ad accentuare la lordosi lombare (la curvatura al di sopra del bacino), vale a dire con il passare del tempo può portare alla formazione di lombalgie dolorose. Inoltre, sempre a causa del tacco alto, il piede è sottoposto ad una eccessiva sollecitazione verso la punta, spingendo e costringendo le dita sulla parte finale della scarpa, con la possibilità, nel tempo, di deformazioni ad artiglio.

Naturalmente, questa costrizione può favorire disturbi come l’alluce valgo e il quinto dito varo, cioè spostato verso la parte centrale del piede; queste alterazioni possono anche determinare il dito a martello. Ma anche le scarpe basse possono creare dei problemi. Infatti, una calzatura senza tacco sollecita maggiormente i tendini, in particolare quello di Achille e questo problema è soprattutto avvertito dalle donne abituate ai tacchi alti.

Per quanto riguarda la scelta del tacco, ti consiglio di tener presente che il piede, nel suo movimento naturale, si muove meglio con i tacchi di 1-2 centimetri. Quelli di 4 centimetri possono essere considerati ideali, anche se ciò non esclude l’utilizzo di più alti, magari la sera e per qualche ora. Le scarpe da ginnastica sono ideali per qualsiasi momento.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto